domenica 31 luglio 2016

MOGADISCIO, kamikaze contro base della polizia, 10 morti


MOGADISCIO, 31 luglio - Salgono a 10 le vittime dell'attacco di questa mattina al Dipartimento Investigazioni Criminali di Mogadiscio, inclusi i 4 attentatori: 5 i civili. Quindici i feriti Lo ha annunciato il capitano della polizia della capitale somala. L'assalto, rivendicato dal gruppo fondamentalista somalo Shabaab legato ad al Qaida, è iniziato con l'esplosione di due kamikaze all'interno di due auto davanti al cancello dell'edificio.
Subito dopo, almeno due uomini armati hanno fatto irruzione nel palazzo per poi essere uccisi dalle forze di sicurezza.  

Cattolici e islamici pregano insieme per la PACE


ROMA, 31 luglio - Cattolici e musulmani insieme, per dire no al terrorismo e pregare per la pace. Dopo l'assalto di Rouen, costato la vita a padre Jacques Hamel, sgozzato nella chiesa di Saint-Etienne-du-Rouvray, le comunità islamiche italiane hanno accolto l'invito degli imam francesi e hanno partecipato alle messe domenicali. A Napoli una delegazione della Confederazione Islamica si è recata nella Cappella del Tesoro di San Gennaro. A Torino la celebrazione alla Consolata.
Gli islamici nel Duomo di Napoli: "Serve più dialogo" - "Il nostro dialogo con la comunità e i nostri fratelli cattolici continuerà, ma da oggi deve proseguire in modo più intenso. C'è bisogno di più dialogo, di più affermazione di valori comuni che sono i valori di pace, di solidarietà, di amore, per rispetto del nostro unico Dio, misericordioso e compassionevole". Lo ha detto Abdullah Cozzolino, segretario generale della Confederazione islamica italiana, parlando dall'altare della Cappella del Tesoro di San Gennaro del Duomo di Napoli.

Preghiera per la pace a Torino - A Torino, i rappresentanti delle moschee che fanno riferimento alla Associazione islamica delle Alpi hanno preso parte alla messa nella chiesa della Consolata, il santuario nel centro del capoluogo. La preghiera durante le intenzioni dei fedeli, perché "la pace è un dono di Dio - ha detto il sacerdote celebrante - che richiede la collaborazione di tutti gli uomini di buona volontà, credenti e non, musulmani e cattolici". Poi la stretta di mano, per lo scambio della pace, nell'abside alla sinistra dell'altare.

Imam in chiesa anche a Roma: "Vicinanza e unità" - Nella Capitale è stata la chiesa di Santa Maria in Trastevere ad accogliere la delegazione islamica. Seduti in prima fila, davanti all'altare, tra gli altri, l'imam delle Moschea di via dei Frassini (Centocelle) e rappresentante dell'Ucoii, Mohammed ben Mohammed, l'imam della sala di preghiera di Magliana, Sami Salem, e l'imam della sala di preghiera di via Candia, Mohammed Hassan Abdelghaffar. "Siamo qui per esprimere vicinanza e unità - ha detto Mohammed ben Mohammed -. Le moschee non sono luoghi in cui i fanatici si radicalizzano, le moschee fanno il contrario del progetto di terrorismo: diffondono pace e dialogo".

Gli islamici nel Duomo di Napoli: "Serve più dialogo" - "Il nostro dialogo con la comunità e i nostri fratelli cattolici continuerà, ma da oggi deve proseguire in modo più intenso. C'è bisogno di più dialogo, di più affermazione di valori comuni che sono i valori di pace, di solidarietà, di amore, per rispetto del nostro unico Dio, misericordioso e compassionevole". Lo ha detto Abdullah Cozzolino, segretario generale della Confederazione islamica italiana, parlando dall'altare della Cappella del Tesoro di San Gennaro del Duomo di Napoli.

Preghiera per la pace a Torino - A Torino, i rappresentanti delle moschee che fanno riferimento alla Associazione islamica delle Alpi hanno preso parte alla messa nella chiesa della Consolata, il santuario nel centro del capoluogo. La preghiera durante le intenzioni dei fedeli, perché "la pace è un dono di Dio - ha detto il sacerdote celebrante - che richiede la collaborazione di tutti gli uomini di buona volontà, credenti e non, musulmani e cattolici". Poi la stretta di mano, per lo scambio della pace, nell'abside alla sinistra dell'altare.

Imam in chiesa anche a Roma: "Vicinanza e unità" - Nella Capitale è stata la chiesa di Santa Maria in Trastevere ad accogliere la delegazione islamica. Seduti in prima fila, davanti all'altare, tra gli altri, l'imam delle Moschea di via dei Frassini (Centocelle) e rappresentante dell'Ucoii, Mohammed ben Mohammed, l'imam della sala di preghiera di Magliana, Sami Salem, e l'imam della sala di preghiera di via Candia, Mohammed Hassan Abdelghaffar. "Siamo qui per esprimere vicinanza e unità - ha detto Mohammed ben Mohammed -. Le moschee non sono luoghi in cui i fanatici si radicalizzano, le moschee fanno il contrario del progetto di terrorismo: diffondono pace e dialogo".

In TEXAS si spara, donna morta e 4 feriti in un agguato ad AUSTIN


AUSTIN (Texas), 31 luglio -. Lo riferiscono le autorità locali. Tra i 4 feriti, due sono donne. Tre sono stati ricoverati in ospedale mentre il quarto ferito non ha voluto essere medicato. Un testimone ha raccontato che le sparatorie sono avvenute mentre diversi clienti stavano uscendo da alcuni bar.
"Abbiamo udito cinque colpi e poi le persone hanno iniziato a correre all'impazzata", ha detto. Non è ancora chiara la dinamica delle sparatorie, né se vi sia più di un aggressore coinvolto. La polizia ha riferito che la zona è stata messa in sicurezza, ma non ha parlato di alcun arresto.

DIECI cose da sapere sul BRASILE olimpico



L’Olimpiade di Rio inizia il 5 agosto, ma in Italia sarà già il 6: l’inizio della cerimonia d’apertura è previsto infatti per le 19.15 brasiliane. In Italia sarà passata da un quarto d’ora la mezzanotte. E saranno le 4 quando la cerimonia dovrebbe concludersi. Lo stesso accadrà per la cerimonia di chiusura, prevista per le 19.15 del 21 agosto: la mezzanotte e un quarto del 22 agosto. Ecco dieci cose da sapere sul Paese.

1. Il Brasile è il quinto paese più grande del mondo

Sembra incredibile, ma il Brasile occupa quasi la metà di tutto il continente sudamericano. Questa nazione, infatti, raggiunge le gigantesche dimensioni di 8,5 milioni di chilometri quadrati e può quindi vantare il titolo di quinto paese più grande del mondo. Per i viaggiatori questo non significa soltanto che c’è molto da vedere, ma anche che i tempi di viaggio da un punto A a un punto B possono di conseguenza essere molto lunghi.
Foto: flickr, eflon
Foto: flickr, eflon

2. La bandiera del Brasile mostra un cielo stellato

Chi ha osservato da vicino la bandiera del Brasile avrà sicuramente notato le sue 27 stelle, che rappresentano i 26 stati federali e il distretto federale.
Foto: flickr, Bill Smith
Foto: flickr, Bill Smith

3. Rio non è la capitale del Brasile

La megalopoli di Rio de Janeiro sarà anche la destinazione turistica numero 1, ma non è più la capitale del paese. È stata sostituita in questa funzione nel 1960 dalla città pianificata di Brasilia, costruita quasi partendo dal nulla. Un’altra curiosità relativa all’urbanistica: vista dall’alto, Brasilia assomiglia a un aeroplano.
Foto: iStock/jcamilobernal
Foto: iStock/jcamilobernal

4. La famosa statua di Cristo è una delle nuove 7 meraviglie del mondo

Non è certo la più grande, ma di sicuro è la statua di Cristo più famosa del mondo: il Cristo Redentore. Una ferrovia a cremagliera trasporta i visitatori sul monte Corcovado, dal quale la statua con le braccia spalancate troneggia sui tetti della città. La statua è stata eletta da appena 10 anni come una delle nuove 7 meraviglie del mondo.
Foto: flickr, Timmy Anselmo
Foto: flickr, Timmy Anselmo

5. Il Brasile è il produttore di caffè n.1 al mondo

In nessun paese viene coltivato più caffè che in Brasile. Non c’è da stupirsi, quindi, che il Brasile sia considerato il paese del caffè; e non solo per le sue esportazioni, ma anche per il gusto. È anche possibile visitare alcune piantagioni, meglio note come fazendas del caffè: degustazioni incluse!
Foto: iStock/dolphinphoto
Foto: iStock/dolphinphoto

6. L’isola più pericolosa del mondo appartiene al Brasile

L’apparenza inganna! L’isola Queimada Grande è tutt’altro che un luogo paradisiaco, dato che è la patria di migliaia di serpenti estremamente velenosi. Il faro dell’isola viene fatto funzionare da anni in modo completamente automatico, dopo che alcuni custodi vi hanno perso la vita. Per questo motivo l’accesso all’isola è severamente proibito!
Foto: iStock/Joanne-Weston
Foto: iStock/Joanne-Weston

7. Il Rio delle Amazzoni è il fiume più ricco d’acqua al mondo

Non è il fiume più lungo del mondo, ma è comunque un esemplare superlativo dei corsi d’acqua di questo pianeta: il Rio delle Amazzoni. Nel suo letto scorre circa un quinto di tutta l’acqua dolce del mondo. Il fiume ha origine in Perù, ma la parte più grande del bacino del Rio delle Amazzoni appartiene al Brasile.
Foto: flickr, Andre Deak
Foto: flickr, Andre Deak

8. Il Brasile vanta 19 città Patrimonio mondiale dell’UNESCO

Il Brasile non si fa mancare nulla in termini di monumenti culturali e naturali: in tutto il paese si trovano infatti 19 città patrimonio mondiale dell’UNESCO. Fra di esse è possibile annoverare anche il parco nazionale di Iguazú, con le sue famosissime cascate giganti.
Foto: flickr, SF Brit
Foto: flickr, SF Brit

9. Il piatto nazionale del Brasile si chiama Fejioada

Le modalità di preparazione di questa zuppa varia a seconda della regione del paese. Tutte le varianti di questo piatto, però, hanno una caratteristica in comune: sono estremamente ricche. In genere questa ricetta viene realizzata con fagioli e carne, che vengono serviti con riso, cavolo, fette di arance e una salsa al pepe piccante.
Foto: iStock/Dio5050
Foto: iStock/Dio5050

10. I Giochi olimpici 2016 sono i primi a svolgersi in Sud America

Si festeggia un primato: è la prima volta che un paese del continente sudamericano ospita i Giochi olimpici. A proposito: che i giochi abbiano inizio!
Foto: iStock/Gabriele Maltinti
Foto: iStock/Gabriele Maltinti

LA FOTO DELLA SETTIMANA Aurora anteprima

La "stagione" delle aurrore boreali inizia a settembre, ma talvolta, con un po' di fortuna, si può assistere a una sorta di anteprima, Come, questa, coloratissima, nel cielo di Tromso, in Norvegio. 

IDENTIFICATO e ancora libero il mandante della strage di DACCA (9 italiani morti)


DACCA, 31 luglio - La polizia bengalese ha identificato il mandante della strage del 1° luglio in un ristorante a Dacca, in Bangladesh, dove un commando di almeno 5 uomini ha massacrato 22 persone, tra cui 9 italiani. Si chiama Tamim Chowdhury, ha circa 30 anni e ha doppia nazionalità canadese e bengalese. Gli inquirenti sono risaliti a lui dopo un blitz antiterrorismo durante il quale sono stati uccisi 9 militanti; Chowdhury che si troverebbe ancora in Bangladesh. Secondo quanto riferiscono i media bangalesi, Chowdhury sarebbe il leader e il maggior finanziatore di una fazione particolarmente feroce di "Jamaat-ul-Mujaheddin Bangladesh", gruppo ultra-islamista fondato nel 1998 e al bando dal 2005. L'uomo fungeva da collegamento tra Jmb e l'Isis, che ha rivendicato l'attacco all'Holey Artisan restaurant. Oltre al massacro del caffe' di Dacca, Chowdhury sarebbe anche responsabile di un attacco durante una preghiera per l'Eid sei giorni dopo. "Chowdhury è il mandante dei due attentati. Abbiamo lanciato una caccia all'uomo in quanto riteniamo che si trovi ancora in Bangladesh da quando è tornato dal Canada tre anni fa", ha detto un investigatore.

TURISMO, che si fa in ARABIA SAUDITA? Si scia



RIAD, 31 luglio - Dover indossare giacche da sci a Riyadh è inaudito, ma un nuovo snowpark nella capitale saudita ha le hanno fatte diventar un must, nonostante le temperature esterne superiori a 45 gradi Celsius.
Le donne saudite che indossano la tradizionale abaya obbligatoria che copre il corpo dalla testa ai piedi ora indossano anche i cappotti termici e stivali mentre si siedono sulle slitte giù per le piste di "Snow City."
Il complesso è una rarità in Arabia Saudita, dove ci sono solo i parchi di divertimento su piccola scala per i bambini. Si estende per oltre 5.000 metri quadrati,  non ha piste da sci corretta in quanto tali, ma è in grado di fornire il divertimento gelido in un paese che è per lo più fatto dideserto e caldo rovente.
Decine di persone affollano il banco della reception per ottenere l'accesso alla zona di gioco che ha aperto a metà luglio, dopo quattro anni di lavori di costruzione che sono costati circa 100 milioni di riyal (24 milioni di euro).
Sorprendentemente, le donne rappresentano attualmente la maggior parte dei visitatori. Un dipendente di Snow City ha detto che la gestione del centro inizialmente ha affrontato il problema di non avere abbastanza stivali per le donne in quanto non avevano previsto che fossero la maggioranza. "C'è privacy e stiamo godendo il nostro tempo qui", dice una donna che si identifica come Umm Ahmed, 37."Mi piace il posto. Esso offre intrattenimento. "
La temperatura interna è a meno 3 gradi, "E 'il congelamento," chiacchiera 14-year-old Abdulrahman Hamad dopo aver trascorso alcuni 90 minuti a giocare nella neve.
La struttura non è la prima del suo genere nella regione arida del Golfo. L'emirato di Dubai vanta una stazione sciistica al coperto che ha aperto nel 2005, con piste da sci complete di skilift e di una seggiovia.
Come il luogo di nascita dell'Islam e custode dei suoi siti più sacri della Mecca e di Medina, l'Arabia Saudita conta sul turismo religioso, attrae milioni di fedeli per l'Hajj e per tutto l'anno pellegrinaggi annuali minori.
Ma con più di metà della sua popolazione sotto i 25 anni, il regno sta anche ora spingendo per fornire più opzioni di intrattenimento per i suoi residenti, molti dei quali si rivolgono al vicino Bahrain o di Dubai per il tempo libero.
Nel mese di aprile, le autorità hanno lanciato un piano di diversificazione economica ambizioso per svezzare il regno dal petrolio com percettore di reddito principale, con lo sviluppo di progetti turistici e di intrattenimento tra gli altri obiettivi di ampio respiro.
La società Usa Six Flags Entertainment Corporation ha annunciato in giugno che si sta tenendo colloqui con l'Arabia Saudita per costruire parchi a tema nel paese.

MALTEMPO, nubifragio all'alba sul LECCHESE



LECCO, 31 luglio - Un violento nubifragio ha colpito all'alba la provincia di Lecco e quella di Bergamo. Parecchi disagi alla circolazione per fortuna moderata della domenica mattina. Si segnalano alberi divelti, rami caduti sulle strade e difficoltà nello scorrere del traffico a causa anche di allagamenti nelle vie. Vigili del fuoco all'opera. Non si segnalano al momento feriti ma i punti di criticità sulla viabilità sono diversi.

TERREMOTI, forte scossa in Piemonte (3.9)


TORINO, 31 luglio - Una forte scossa di terremoto è stata avvertita nella serata di ieri alle 20.21 a Torino e provincia. Numerose le chiamate ai vigili del fuoco, che al momento non segnalano danni a persone o cose. 
Le scosse sono state due, di magnitudo 3.9 e 2.1. L'epicentro, secondo quanto rilevato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, è stato a Pramollo, in val Chisone, a circa 11 chilometri di profondità. Torino è a 40 chilometri. "Abbiamo sentito un forte boato, poi si e' messo a tremare tutto, è stato pauroso", racconta un testimone dalla zona dell'epicentro.
   

QUOTIDIANI, la miglior prima pagina di oggi, domenica 31 luglio: IL FATTO QUOTIDIANO


sabato 30 luglio 2016

AUSTIN (Texas), precipita in fiamme mongolfiera, 16 morti



AUSTIN /Texas) 30 luglio - Una mongolfiera con a bordo 16 persone ha preso fuoco ed e' precipitata al suolo in Texas, circa 30 miglia a sud di Austin. La autorita' locali e i soccorsi sono accorsi sul luogo. Le 16 persone a bordo sarebbero tutte morte. Lo schianto e' accaduto intorno alle 8.40 del mattino ora locale con la mongolfiera che ha perso quota ed e' finita in un pascolo. Al momento tutto indica che si sia trattato di un incidente.
   

TURISMO, in agosto 21 milioni di italiani in vacanza, senza effetto-terrorismo


ROMA - La serie di tragici attacchi che ha colpito l'Europa a partire dalla seconda metà di luglio non cancella la voglia di vivere la normalità degli italiani, nemmeno per quanto riguarda le vacanze. Ad agosto - secondo il sondaggio estivo Confesercenti-Swg - saranno ben 21 milioni coloro che si concederanno un periodo di ferie, di cui 6 su 10 sotto l'ombrellone: un numero, in linea con quello registrato lo scorso anno, che dimostra come l'effetto terrore sui consumi turistici sia per ora limitato.
Nessuno partirà a "cuor leggero" ma solo il 4% ha disdetto per effetto della tensione e della paura legata agli attacchi terroristici. Un ulteriore 19% poi ha solo cambiato destinazione o mezzo di trasporto.
La meta per il 76% dei vacanzieri sarà l'Italia con la Puglia che si conferma la regina dell'estate. Tra le mete europee vincono Spagna e Grecia, ma nonostante la Brexit resiste anche il Regno Unito. L'albergo sarà struttura la ricettiva preferita (vi soggiornerà il 36%) e la spesa media prevista sarà 858 euro a persona.

E' morta ANNA MARCHESINI, storica componente del Trio


ROMA, 30 luglio - Ha fatto ridere per le sue performance, ma ha anche commosso per la sua forza. L'attrice Anna Marchesini è morta a 63 anni dopo una lunga malattia, con la quale ha combattuto fino alla fine. Da tempo era affetta da artrite reumatoide. A dare l'annuncio su Facebook il fratello Gianni. "Prima che lo sappiate da quel tritacarne dell'informazione - dice in un post - tengo a dirlo io. Ora in questo momento è morta mia sorella Anna Marchesini. Grazie a tutti. Non sarò in grado di rispondervi". L'attrice, storica componente del Trio assieme a Tullio Solenghi e Massimo Lopez, era nata a Orvieto. La sua ultima intervista in tv nel 2014 a "Che tempo che fa" di Fabio Fazio quando annunciò il suo ritorno sul palco in teatro. Ha recitato fino allo scorso anno.

TURCHIA, confermato l'arresto in carcere per 17 giornalisti



ISTANBUL, 30 luglio - La magistratura di Istanbul ha confermato l'arresto per 17 giornalisti accusati di aver rapporti con il predicatore Fethullah Gulen, considerato la mente del fallito colpo di Stato in Turchia. L'affiliazione a Gulen, secondo l'accusa, è da equiparare all'appartenenza a "un gruppo terroristico". Nel processo preliminare, i giornalisti imputati erano 21. Quattro sono stati rimessi in libertà, altri 17 resteranno in carcere in attesa di giudizio.

MILANO, ragazza di 24 anni stroncata da meningite, indagine epidemiologica su 60


MILANO, 30 luglio - Alessandra Covezzi, studentessa universitaria della Statale di Milano di 24 anni, è stata stroncata da una meningite fulminante. La ragazza si è sentita male nella mattinata di martedì 26 luglio. In serata la sepsi fulminante, causata da una meningite da meningococco C (batterio contro il quale esiste un vaccino), non le ha lasciato scampo: è morta all'ospedale Fatebenefratelli dove era arrivata in condizioni gravissime.
Subito è scattata l'indagine epidemiologica, la ricerca dei suoi contatti più stretti, amici e colleghi di università, familiari e tutte le persone che sono entrate in contatto con la giovane nei dieci giorni precedenti (periodo di incubazione del batterio). Una sessantina di persone sono ora sotto profilassi. Compresa l'équipe dell'ambulanza che ha trasportato la ragazza in ospedale.

"Al momento non sono stati registrati altri casi, ma devono passare dieci giorni per essere certi che non ce ne siano più. Tutto quello che si doveva fare è stato fatto. E in questo caso le ricerche dei contatti sono state più mirate. La ragazza non ha frequentato locali, e stavolta non sono serviti appelli generalizzati" anche sui social "come in altri casi recenti", ha detto Giorgio Ciconali, direttore del Servizio di igiene e sanità pubblica dell'agenzia milanese di tutela della salute.

STRESS TEST, Mps la peggiore in Europa (e UNICREDIT non sta tanto bene...)

Tre delle cinque banche italiane passano agevolmente gli stress test europei, ma Unicredit e Mps sono fra i 10 peggiori. E il Montepaschi riceve la stangata più forte fra tutti gli istituti del Continente, un crollo a -2,44% del coefficiente patrimoniale CET1che azzera il capitale nello scenario avverso e spiega le fortissime tensioni degli ultimi mesi, prima dell'aumento di capitale e della maxi-cessione di crediti cattivi annunciati oggi per correre ai ripari extremis.

Fra le 51 banche esaminate dall'Autorità bancaria europea, l'irlandese Royal Bank of Scotland e la Allied Irish Bank escono con parecchi danni, un capitale di miglior qualità (il CET1, appunto) praticamente dimezzato e poco sopra il 7%. Deutsche Bank, che pure non subisce il tracollo che qualcuno ipotizzava e non vede una stangata sui derivati e sui rischi di mercato, va al 7,80% nello scenario peggiore ipotizzato dall'Eba: capitale penalizzato, ma in miglioramento dal 7% del 2014. Miglioramento anche nello scenario di base, al 12,1% dal 10,5%.

Ma il Monte dei Paschi di Siena, dopo l'estenuante trattativa europea e lo sblocco sfociato nella soluzione di mercato ufficializzata ieri che esclude l'intervento pubblico, riceve un vero e proprio schiaffo: il capitale CET1 è azzerato e crolla sottozero, a -2,44% nello scenario avverso, per il quale nei test del 2015 era prevista una soglia minima del 5,5% sotto la quale scattava la cura della Bce da approntare immediatamente.

Situazione  diversa per Unicredit, che nello scenario avverso è al 7,10%,a ma si colloca comunque al quarto peggior posto fra i 51 istituti europei per capitale su base transitoria, e alla sesta peggiore nello scenario avverso. E' con un occhio altrettanto attento all'apertura della borsa lunedì che l'istituto, che ha appena nominato alla guida Jean Pierre Mustier, fa sapere che valuterà "se siano necessarie ulteriori misure o modifiche del piano di capitale".

Dai numeri dell'Eba esce in buona salute Intesa Sanpaolo, che rispetterebbe le condizioni della vigilanza anche nello scenario avverso 10,21% di CEt1) e a maggior ragione in quello base (12,80%). Se la cava bene, a sorpresa dopo recenti e discusse indiscrezioni, il Banco popolare (9,05% nello scenario avverso). Tiene bene Ubi (8,85% nello scenario peggiore). 
Intanto, via libera all'aumento di capitale da 5 miliardi di Mps. Lo si legge nel piano approvato dalla banca. Il consorzio di garanzia per l'aumento di capitale da 5 miliardi di Mps è stato firmato ed è condizionato al buon esito del deconsolidamento degli Npl e dell'attività di pre-marketing. Lo annuncia la banca, precisando che le banche sono JpMorgan e Mediobanca (Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners) e Santander, Bofa Merrill Lynch, Citigroup, Credit Suisse, Deutsche Bank, Goldman Sachs (Co-Global Coordinators e Joint Bookrunners).
Mps chiude il semestre con un utile netto sopra le attese del mercato: 302 milioni. Il risultato beneficia del "provento fiscale di 134 milioni di euro, relativo al trattamento fiscale di talune componenti reddituali connesse all'operazione Alexandria contabilizzato nel secondo trimestre".

QUOTIDIANI, la miglior prima pagina di oggi, sabato 30 luglio: LA STAMPA


venerdì 29 luglio 2016

BORSA, chiusura positiva: +1,96%




MILANO, 29 luglio - Seduta positiva per la Borsa di Milano: l'indice Ftse Mib ha chiuso in aumento dell'1,96% a 16.846 punti.
   

ISTAT, a giugno aumentano gli occupati, ma anche il tasso di disoccupazione

ROMA, 29 luglio - A giugno è in aumento il numero degli occupati, mentre anche il tasso di disoccupazione è in risalita. Cala, invece, per i giovani tra i 15 e i 24 anni. Questa la 'fotografia' del mercato del lavoro scattata oggi dall'Istat. In particolare, sempre a giugno ci sono stati 71 mila occupati in più e riguarda essenzialmente i lavoratori "indipendenti" (il numero dei dipendenti resta invariato).
Il tasso di occupazione, pari al 57,3%, aumenta di 0,1 punti rispetto a maggio. Dopo il calo di maggio (-0,8%) la stima dei disoccupati a giugno aumenta invece dello 0,9% (+27 mila). L'aumento è attribuibile agli uomini (+2,0%) a fronte di un lieve calo tra le donne. Il tasso di disoccupazione e' pari all'11,6%, in aumento di 0,1 punti percentuali su maggio. Diminuisce di 0,3 punti il tasso di disoccupazione tra i giovani 15-24enni.
"Fatti, non parole. Da febbraio 2014 a oggi, Istat certifica più 599mila posti di lavoro. Sono storie, vite, persone. Questo è il #jobsact". Lo scrive su twitter il premier Matteo Renzi. 
A luglio l'inflazione rialza la testa: l'Istat rileva un aumento congiunturale e cioe' rispetto a giugno dello 0,2%. Cala invece su base annua (-0,1%, era -0,4% a giugno). L'inflazione acquisita per il 2016 e' pari a -0,1% (era -0,2% a giugno).Il ridimensionamento della flessione su base annua dell'indice generale, spiega l'Istat, e' dovuto da una parte all'accelerazione della crescita dei prezzi degli Alimentari non lavorati (+1,5%, da +0,7% di giugno), dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,8% da +0,4%) e dei Servizi relativi ai trasporti (+0,7%, da +0,2%), dall'altra ai prezzi degli Energetici regolamentati, il cui calo si riduce (-5,9% da -6,8%). 
Il persistere del calo dei prezzi dei Beni energetici (-7,0% rispetto a luglio 2015), sebbene meno ampio di quello registrato a giugno (-7,5%), continua a spiegare la diminuzione dei prezzi al consumo, seppur contenuta, che si registra su base annua nel mese di luglio. Al netto di questi beni l'inflazione accelera rispetto a giugno ed e' pari a +0,6% (era +0,4%). 
Anche al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici l'"inflazione di fondo", accelera e si porta a +0,6% (da +0,5% di giugno).
L'aumento dell'indice generale dei prezzi al consumo rispetto a giugno è dovuto invece principalmente a fattori stagionali che determinano la crescita congiunturale dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+2,5%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,7%).
I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona diminuiscono dello 0,7% su base mensile e aumentano dello 0,4% su base annua (da +0,2% di giugno).
Ancora giù il carrello della spesa: l'Istat rileva che a luglio, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza diminuiscono dello 0,4% rispetto al mese precedente e registrano una flessione su base annua pari a -0,1% (era -0,2% a giugno). Calano in particolare i prezzi degli alimentari freschi, e anche dei prezzi dei carburanti. 
Su base annua, invece, si conferma la tendenza all'aumento del numero di occupati (+1,5%, pari a +329 mila). La crescita tendenziale è attribuibile sia ai dipendenti (+1,4%, pari a +246 mila) sia agli indipendenti (+1,5%, pari a +83 mila) e si manifesta per uomini e donne, concentrandosi tra gli over 50 (+264 mila) e i 15-34enni (+175 mila). Nello stesso periodo calano i disoccupati (-4,5%, pari a -140 mila) e gli inattivi (-2,3%, pari a -325 mila).
Nel secondo trimestre, rileva l'Istat, si è registrato inoltre un consistente aumento degli occupati (+0,6%, pari a 145 mila unita') rispetto al primo trimestre, con segnali di crescita diffusi sia per genere sia per posizione professionale e carattere dell'occupazione. Nel trimestre aprile-giugno l'aumento degli occupati (+0,6%, pari a +145 mila) è associato ad un calo degli inattivi (-1,3%, pari a -181 mila), mentre i disoccupati sono in lieve aumento (+0,2%, +7 mila).
Cala a giugno il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati): l'Istat rileva che e' stato pari al 36,5%, in calo di 0,3 punti percentuali rispetto al mese precedente e ai minimi dall'ottobre 2012. Dal calcolo del tasso di disoccupazione sono per definizione esclusi i giovani inattivi, cioe' coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perche' impegnati negli studi. L'incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di eta' e' pari al 9,8% (cioe' meno di un giovane su 10 e' disoccupato). Tale incidenza risulta invariata rispetto a maggio. Il tasso di occupazione aumenta di 0,2 punti percentuali, mentre quello di inattivita' cala di 0,3 punti.

AUSCHWITZ, il PAPA varca da solo il cancello del lager


AUSCHWITZ, 29 luglio - Papa Francesco ha varcato da solo il cancello del Campo di concentramento di Auschwitz. Poi ha camminato lungo il viale fermandosi infine, da solo, a riflettere e pregare.
Il Pontefice è rimasto oltre 15 minuti su una panchina di fronte a una forca dove impiccavano gli internati ribelli per incutere timore negli altri. Era assorto con le mani unite e gli occhi semichiusi. Poi si e' alzato ed e' andato a baciare uno dei pali della forca. Quindi gli si è avvicinata una vetturetta da golf per accompagnarlo al blocco 11.
Nel blocco 11 del Campo di concentramento di Auschwitz fu rinchiuso il francescano Massimiliano Kolbe condannato a morire di fame. Proprio il santo, nella cella sotterranea dove era stato 'murato', aveva inciso, graffiando, una croce su una parete. Davanti a questa croce Francesco, che era entrato da solo nella cella, si e' fermato a pregare ancora in silenzio, seduto su una semplice sedia. 
Davanti ad uno dei "blocchi" dove erano uccisi gli internati con le "docce a gas", il Papa ha salutato 11 sopravvissuti. L'ultimo gli ha consegnato una candela con la quale Francesco ha acceso una lampada.
Papa Francesco ha scritto un suo pensiero sul libro d'onore del Campo di concentramento di Auschwitz: "Signore abbi pieta' del tuo popolo, Signore perdona per tanta crudeltà".
Quindi si è avviato a piedi verso l'ingresso per proseguire la sua visita nell'adiacente campo di Birkenau dove lo attendevano un centinaio di "giusti delle nazioni" che salvarono ebrei, con i loro familiari. Anche a Birkenau, il Papa ha utilizzato una vetturetta per raggiungere il piazzale dove con i "giusti delle Nazioni" ci sono alcune centinaia di altre persone. Papa Francesco ha poi acceso una lampada e lasciato una lettera sul basamento delle 23 lapidi che ricordano 1,5 milioni di vittime della follia nazista in tutte le lingue degli internati, compresa quella dei rom, il romanes. La scritta recita: "Per sempre lasciate che questo posto sia un grido di disperazione e un avvertimento per l'umanita'". Il Pontefice ha poi ascoltato il canto del De Profundis da parte del rabbino capo della Polonia. Lo stesso salmo è stato letto poi in polacco dal parroco di una cittadina dove un'intera famiglia, per la quale è in corso il riconoscimento del martirio, fu sterminata per aver messo in salvo alcuni ebrei.

ROMA, cadavere di donna trovato in strada nel quartiere SETTECAMINI


ROMA, 29 luglio - Giallo alla periferia di Roma: il cadavere di una donna è stato trovato in un'area verde nei pressi di una stradina residenziale a ridosso di un cortile di un palazzo in via Mazzeo di Ricco, nel quartiere di Settecamini. Ad accorgersi del corpo, che era avvolto in un piumino sporco di sangue, sarebbe stato un condomino. Sul caso indaga la polizia che, al momento, non esclude alcuna ipotesi.. Ad accorgersi del corpo, che era avvolto in un piumino sporco di sangue, sarebbe stato un condomino. Sul caso indaga la polizia che, al momento, non esclude alcuna ipotesi.

Se vai in FLORIDA...Quattro casi di virus da ZIKA


MIAMI, 29 luglio - Il governatore della Florida ha annunciato che quattro recenti casi di Zika nello Stato sono avvenuti a causa di infezioni con tutta probabilità trasmesse da zanzare contagiate nell'area di Miami. Se confermato sarebbe la prima volta che la trasmissione del virus avviene sul territorio degli Stati Uniti.

METEO, un sabato africano


L’alta pressione nord africana torna ad espandersi verso il Mediterraneo e l’Italia: ci attende quindi un fine settimana all’insegna del sole e del caldo in tutto il Paese, caldo che tornerà a farsi intenso soprattutto al Centrosud e nelleIsole dove si potrà nuovamente superare la soglia dei 35 gradi. Nel corso di domenica, l’avvicinamento di una perturbazione atlantica porterà un’accentuazione dell’instabilità nel settore alpino con il rischio di temporali che potranno localmente interessare le vicine pianure del Nord. A inizio settimana saranno possibili alcuni temporali su parte del Centro e avremo una tendenza a un calo delle temperature: si attenuerà così l’ondata di caldo al Centronord e successivamente anche nel resto dell’Italia.
Previsioni per sabato Tempo generalmente soleggiato e caldo in tutte le regioni, con una prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso. Sarà possibile il passaggio qualche nube innocua sul Nordovest e locali addensamenti nel pomeriggio attorno ai rilievi, specie quelli alpini, con la possibilità di solo pochi occasionali brevi temporali. Temperature in aumento, con punte di 35-36 nelle zone interne del Centrosud e delle Isole. Venti sempre deboli o a regime di brezza. Maggiori dettagli sul sito www.meteo.it.